L'attendibilità storica dei vangeli.

 

Qualcuno ancora oggi pensa che il cristianesimo sia una dottrina o un codice di precetti in se’ stesso,ma non e’ cosi’, poiche’ esso e’ una persona Gesu’.

Il nome di Gesu’, Yehòsua’ in ebraico che significa DIO SALVATORE,egli scende sulla terra si fa uomo per la salvezza dell’umanita’.oggi queste cose sono spiegate esplicitamente poiche’ e’ giunto il tempo.

Ormai l’ignoranza sui fondamenti storici del cristianesimo,comprensibile nei secoli passati, non e’ piu’ possibile .Occorre una disamina seria e serena di tutte le fonti di autenticita’ del nuovo e vecchio testamento.E’ quello che per esempio stanno facendo tanti apologeti, come  Marco Fasol a Rino Camilleri a Vittorio Messori eccc..

 I calunniatori del cristianesimo affermano che La vita di Gesu’ e’ stata scritta da      migliaia di seguaci in tutte le terre e che la scelta di dichiarane alcuni canonici e’ stata fatta dall’imperatore romano Costantino nel corso dei lavori del concilio di Nicea a maggioranza strettissima.

La realta’ e’ invece un’altra,tutta la critica storica riconosce che i vangeli sono stati composti nell’ambiente vitale delle prime comunita’ cristiane.

La trasmissione scritta dei testi,prima dell’invenzione della stampa,era affidata alla copiatura su papiri o pergamene facilmente deteriorabili e quindi tutti i testi originali dell’antichita’,dai vangeli,ai libri dei classici greci sono andati perduti.

Noi conosciamo per esempio le opere di Aristotele,Cicerone e Virgilio,tramite le copie trascritte in rotoli,codici e papiri.

Per vagliare l’attendibilita’ della trasmissione scritta dei testi dobbiamo dunque conoscere  il numero e l’antichita’ dei manoscritti posseduti.Per esempio per il poeta Orazio,esistono circa 250 manoscritti(si tratta dell’autore pagano con il maggior numero di manoscritti). Quando si prende visione invece dei codici del nuovo testamento se scoprono con circa 5300 e la distanza fra la stesura degli originali rispetto alle copie e’ minima.

Invece per i classici greci queste distanze sono molto ampie, addirittura numerosi secoli e nessuno ha mai dubitato dell’attendibilita’di questi scritti…

E allora, in conclusione la bugie hanno le gambe corte…

Viva Gesu’…….

 

 

Home Page