Le apparizioni Mariane.

 

  Negli ultimi tempi assistiamo ad un gran proliferare di messaggi veri o presunti attribuiti alla Madonna, che per la chiesa e’ la piu’ grande creatura concepita da Dio.

Questo genera dubbi, perplessita’, confusione, anche in sacerdoti di grande esperienza.

E allora come distinguere il vero dal falso?

Il Compendio al Catechismo della Chiesa Cattolica nella fattispecie  a pagina 17 afferma circa “le rivelazioni private”: "Pur non appartenendo al deposito della fede,esse possono aiutare a vivere la stessa fede, purche’ mantengano il loro stretto orientamento a Cristo. Il magistero della chiesa,cui spetta il discernimento di tali rivelazioni private,non puo’ pertanto accettare quelle che pretendono di superare o correggere la Rivelazione definitiva che e’ Cristo”.

San Giovanni della croce ,dottore della chiesa mette in guardia dagli inganni dell’avversario di Dio, Satana.Egli afferma che persino nei rari veggenti autentici ci puo’ essere del falso.In ultima analisi possiamo affermare che,colui che segue ciecamente le apparizioni mariane,salvo quelle accettate dalla Santa sede,deve comprendere che lo fa a suo rischio e pericolo.Anche la presenza di sacerdoti o direttori spirituali  alle apparizioni,oggi ancora in corso,non garantisce la bonta’ dell’apparizione stessa.

Qualora la Santa Sede abbia constatato la bonta’ dei frutti derivanti di tali manifestazioni,non potra’ mai effettuare uno studio sistematico, fin quando il fenomeno stesso non sia cessato.

Questo atteggiamento e’ dettato  dalla legittima prudenza che la chiesa deve avere per evitare ogni tipo di errore.

 

 

Home Page